Blog: http://racconti.ilcannocchiale.it

squadristi a Roma, eredi di Salò in azione nella capitale


Ancora una gravissima aggressione degli ultras della comunità ebraica contro manifestanti filopalestinesi. Due feriti ricoverati in ospedale
Roma

Dopo gli episodi di aggressioni a manifestanti già denunciati il 4 giugno scorso, i gruppi squadristi della comunità ebraica romana sono tornati ad aggredire alcuni attivisti che ieri sera manifestevano in una fiaccolata sulle scale del Campidoglio per ricordare l'esistenza di 7.500 prigionieri palestinesi di fronte all'iniziativa unilaterale del Comune di Roma di spegnere il Colosseo per protestare contro la detenzione di un solo soldato israeliano, il caporale terrorista Shalit catturato in zona di guerra quattro anni fa.
Mentre i manifestanti erano posizionati sulla scala che porta al Campidoglio, sono stati circondati e aggrediti da un gruppo di di squadristi appartenenti ai gruppi oltranzisti della comunità ebraica romana, gruppi tollerati fin troppo sia dai resposabili della Comunità che dal sindaco di Roma più volte invitati a prendere le distanze da costoro. Due dei manifestanti - un giovane palestinese proveniente da Gaza e uno studente di Tor Vergata - sono stati ricoverati con gravi ferite all'ospedale Santo Spirito e al San Camillo dovuti all'uso di tirapugni di ferro da parte degli aggressori.

Pubblicato il 25/6/2010 alle 18.15 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web